Cicorie

Caratteristiche: La Cicoria è una composita molto comune allo stato spontaneo, della quale esistono numerose forme coltivate, il cui prodotto è rappresentato dalle foglie e dalle radici che si consumano cotte o in insalata. E’ conosciuta fin dai primissimi tempi della storia umana. Viene citata ad esempio nel Papiro di Ebers (circa 1550 a.C.). Plinio stesso nei suoi scritti citava questa pianta conosciuta nell'antico Egitto; il medico greco Galeno la consigliava contro le malattie del fegato; senza contare tutti i riferimenti in epoca romana. La cicoria dovrebbe aiutare a stimolare la concentrazione, a combattere la sonnolenza, a stimolare l’attività di pancreas e fegato. Grazie alle sue proprietà aiuta a regolare la quantità di glucosio e di colesterolo nel sangue; quindi sarebbe un alimento particolarmente prezioso per chi soffre di diabete o colesterolo alto.

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 80
  • Acqua (g): 93.4
  • Proteine (g): 1.4
  • Lipidi(g): 0.2
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 0.7
  • Amido (g): 0
  • Zuccheri solubili (g): 0.7
  • Fibra totale (g): 3.6
  • Fibra solubile (g):
  • Fibra insolubile (g):
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 10
  • Energia (kJ): 42
  • Sodio (mg):
  • Potassio (mg):
  • Ferro (mg): 0.7
  • Calcio (mg): 74
  • Fosforo (mg): 31
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.03
  • Riboflavina (mg): 0.19
  • Niacina (mg): 0.3
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 219
  • Vitamina C (mg): 17
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: maggio-settembre (Fonte: ASL)

Conservabilità: in frigorifero a temperatura di 8°-10°C

In cucina

l'utilizzo più frequente è quello delle foglie nelle insalate (fresche o cotte).

I nostri marchi