Peperoncini

Caratteristiche: Il peperoncino piccante era usato come alimento fin da tempi antichissimi. Dalla testimonianza di reperti archeologici sappiamo che già nel 5500 a.C. era conosciuto in Messico come pianta coltivata, ed era la sola spezia usata dagli indiani del Perù e del Messico. In Europa il peperoncino giunse grazie a Cristoforo Colombo che lo portò dalle Americhe col suo secondo viaggio, nel 1493. Introdotto quindi in Europa dagli spagnoli, ebbe un immediato successo, ma i guadagni che la Spagna si aspettava dal commercio di tale frutto (come accadeva con altre spezie orientali) furono deludenti, in quanto il peperoncino si acclimatò benissimo nel vecchio continente. Si diffuse in tutte le regioni meridionali, in Africa e in Asia, e venne così adottato come spezia anche da quella parte della popolazione che non poteva permettersi l'acquisto di cannella, noce moscata e altre spezie molto usate per il condimento e la conservazione di alimenti. Attualmente in Italia è coltivato in tutte le regioni. I frutti vengono raccolti quando sono maturi e successivamente essiccati in luogo ombroso e aerato. Possono essere conservati anche surgelati, sott'olio o sott'aceto. Per il suo potere antifermentativo è adatto con tutte le carni specialmente nei mesi caldi. I frutti, interi, a pezzetti o in polvere, vengono usati per dare sapore a moltissime pietanze. I peperoncini favoriscono la digestione hanno un grande contenuto di vitamine, proteggendo così il sistema immunitario.

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 89
  • Acqua (g): 87.8
  • Proteine (g): 1.8
  • Lipidi(g): 0.5
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 3.8
  • Amido (g): 2.1
  • Zuccheri solubili (g): 1.5
  • Fibra totale (g):
  • Fibra solubile (g):
  • Fibra insolubile (g):
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 26
  • Energia (kJ): 109
  • Sodio (mg): 7
  • Potassio (mg): 230
  • Ferro (mg): 0.5
  • Calcio (mg): 18
  • Fosforo (mg): 18
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.09
  • Riboflavina (mg): 0.23
  • Niacina (mg): 3
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 824
  • Vitamina C (mg): 229
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: luglio-settembre

Conservabilità: in frigorifero

In cucina

viene consumato fresco, essiccato, affumicato, cotto o crudo. Oltre alla sua capacità di bruciare il palato, si utilizza anche per aromatizzare, nonché per fare salse piccanti.

I nostri marchi