Cipolla

Caratteristiche: La cipolla è una pianta erbaceabiennale probabilmente originaria degli altipiani del Turchestan e dell'Afghanistan (Asia occidentale). La sua coltivazione è molto antica e risale agli Egizi nel IV millennio a.C.. Proprio il popolo egiziano ne fece oggetto di culto, associando la sua forma sferica e i suoi anelli concentrici alla vita eterna. L'uso delle cipolle nelle sepolture è dimostrato dai resti di bulbi rinvenuti nelle orbite di Ramses II. Gli egizi credevano che il forte aroma delle cipolle potesse ridonare il respiro ai morti. Nell'antica Grecia gli atleti mangiavano cipolle in grandi quantità, poiché si credeva che esse alleggerissero il sangue. I gladiatori romani si strofinavano il corpo con cipolle per rassodare i muscoli. Nel medioevo le cipolle avevano grande importanza come cibo, tanto che erano usate per pagare gli affitti e come doni. I medici prescrivevano le cipolle per alleviare il mal di testa, per curare i morsi di serpente e la perdita dei capelli. La cipolla fu introdotta in America da Cristoforo Colombo nel suo viaggio del 1493 a Haiti. Nel XVI secolo le cipolle erano inoltre prescritte come cura per l'infertilità, non solo nelle donne, ma anche negli animali domestici. Oggi è coltivata in tutto il mondo. In Italia le regioni maggiormente interessate a questa coltura sono l'Emilia-Romagna, la Campania, la Sicilia e la Puglia. La cipolla è pronta per essere raccolta quando le foglie si presentano appassite, ingiallite e curvate verso terra per la perdita di turgidità. L'estirpazione è di norma effettuata con macchine escavatrici-allineatrici che, formando delle andane, scalzano i bulbi che vengono lasciati sul campo per circa una settimana, fino alla completa essiccazione delle radici e della parte aerea; in seguito, con una macchina raccoglicaricatrice, si provvede alla raccolta. Una volta raccolti e messi nei contenitori, i bulbi possono essere destinati subito al consumo fresco e all'industria di trasformazione o essere conservati. Il suo valore nutritivo è legato soprattutto alla presenza di sali minerali e di una certa quantità di vitamine, soprattutto la vitamina C.

Proprietà nutrizionali: (Fonte: INRAN)Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 83
  • Acqua (g): 92.1
  • Proteine (g): 1
  • Lipidi(g): 0.1
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 5.7
  • Amido (g): 0
  • Zuccheri solubili (g): 5.7
  • Fibra totale (g): 1
  • Fibra solubile (g): 0.16
  • Fibra insolubile (g): 0.88
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 26
  • Energia (kJ): 110
  • Sodio (mg): 10
  • Potassio (mg): 140
  • Ferro (mg): 0.4
  • Calcio (mg): 25
  • Fosforo (mg): 35
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.02
  • Riboflavina (mg): 0.03
  • Niacina (mg): 0.5
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 3
  • Vitamina C (mg): 5
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: giugno-settembre (Fonte: ASL)

Conservabilità: temperatura ambiente

In cucina

è uno degli aromi più usati nella cucina di tutti i paesi. Il suo gusto particolare dà alle preparazioni quel sapore che esalta gli altri ingredienti usati nei vari piatti della cucina nazionale e internazionale.

I nostri marchi