Kiwano

Caratteristiche

Il kiwano è il frutto della pianta Cucumis metuliferus originaria dell'Africa. Appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, il kiwano è il frutto di una pianta rampicante originaria dell'Africa, si trova da qualche anno anche nei nostri mercati etnici o tra la frutta tropicale. Ha un sapore non troppo intenso, acquoso, con un retrogusto lievemente agrodolce. La pianta è annuale e solitamente fruttifica in due distinte stagioni: d'estate e a dicembre. Il nome kiwano ha un'origine precisa: quando negli anni '30 fu importato in Australia e Nuova Zelanda, venne battezzato così perché quando tagliato in sezione somigliava ad un kiwi.

Proprietà nutrizionali

Ha una buona quantità quantità di vitamina C e vitamina B6 ed è un'ottima fonte di oligoelementi, specie il magnesio, il calcio, il potassio e il ferro. È ricchissimo d'acqua e per questo reidratante; inoltre è ritenuto energizzante, remineralizzante, antiossidante, vermifugo, antinfiammatorio. Il suo basso apporto calorico lo rende ideale per gli sportivi e per chi segue diete dimagranti.

Raccolta: aprile-maggio

Conservabilità: temperatura ambiente

In cucina

in molti paesi africani viene cucinato tutto intero (arrostito o bollito con altre verdure), il kiwano però, è ideale per un consumo fresco. Per aprire a metà la buccia è indispensabile fare attenzione e munirsi degli strumenti adatti, soprattutto per non pungersi con le spine. La polpa può essere aggiunta ad insalate, creme, yogurt, macedonie, eccetera. Aggiungervi un cucchiaino di sale o zucchero o succo di limone o aceto ne esalta il sapore.

I nostri marchi